Made expo mette il turbo all'edilizia: oltre 300 espositori in Fiera Milano

Aperta fino al 25 novembre la manifestazione più importante per il mondo dell'edilizia che ha spinto la crescita economia del 2021. Il ministro Gelmini: "Senza nuovo consumo di suolo, trasformeremo l’Italia in un grande cantiere”

La ripartenza economica del sistema Italia è trainata dalla filiera delle costruzioni, dal sistema edile che sta dando un contributo decisivo al Pil che è previsto in crescita del 6,1% rispetto al 2020 e Made expo, la fiera di riferimento per tutto il comparto, ha preso il via nel padiglioni di Fiera Milano a Rho dove si tiene fino al 25 novembre in un momento favorevole, di trasformazione, innovazione, cantieri aperti, sviluppo di progetti che guardano all’abitare del futuro, alla sostenibilità a livello di materiali e di processi, puntando a costruzioni più attente alla salute e all’impatto ambientale.

La spinta più importante arriva dai lavori di rinnovo nel comparto residenziale, incentivati Superbonus, dagli altri bonus fiscali, e dalle nuove opere pubbliche, che confermano l’inversione di rotta avvenuta ben prima dell’avvio della spesa del Pnrr che prevede 108 miliardi di euro destinati ad interventi di interesse per il settore delle costruzioni, circa la metà del valore complessivo del piano. Tra settembre 2019 e settembre 2021, il comparto edile è cresciuto complessivamente di 29.136 unità (+3,5%), secondo solo all’espansione dei servizi a imprese e persone.

Made expo punta così ad esprimere tutto il potenziale del comparto dell’edilizia ed è in grado di dar voce ad una building community rappresentata in Italia da oltre 700.000 imprese e più di un milione di addetti. Una rete di professionisti, progettisti, imprese di costruzione e produzione, artigiani, serramentisti, contractor e buyers che hanno la possibilità di visitare le oltre 300 aziende espositrici (che rappresentano più di 400 marchi): operatori professionali a cui si aggiungono presenti oltre 150 buyer profilati provenienti da 37 Paesi. Importante il contributo di Ice nella promozione della della manifestazione all’estero con l’obiettivo di identificare l’evento come il luogo fisico dove le aziende possono presentare le proprie innovazioni di prodotto a livello internazionale.

Quattro le aree tematiche della manifestazione organizzata per la prima volta direttamente da Fiera Milano, attraverso la società Made Eventi Srl, di proprietà di Fiera Milano (60%) e di Federlegno Arredo Eventi (40%).
Made porte, finestre e chiusure per serramentisti, progettisti, rivenditori e imprese di costruzione; Made involucro e outdoor, dedicata ai sistemi di copertura e di facciata opachi e trasparenti, al settore del vetro e delle schermature solari; Made Bim & tecnologie dedicata alle le soluzioni hardware e software per esplorare le nuove opportunità connesse all’uso del Building Information Modeling nei processi di progettazione, costruzione e manutenzione delle opere; Made costruzioni e materiali, dedicata all’innovazione dei materiali, al loro efficientamento, dalla sostenibilità e alla sicurezza.

“Made expo rappresenta la rinascita in un momento molto favorevole per l'edilizia con gli incentivi che hanno spinto la domanda e noiaccogliamo tutto il network della manifestazione, offrendo un’esperienza unica in grado di amplificare l’importanza di una mostra professionale”, dice Mario Franci, ad di Made Eventi Srl e chief revenue officer di Fiera Milano Spa.
“L’offerta espositiva è davvero ampia. Abbiamo la possibilità di presentare prodotti, innovazioni e servizi legati a tutta la filiera dell’edilizia, la fiera si mette al servizio del comparto favorendo l’incontro delle elevate competenze tecniche e di conoscenza dell’intero settore. Intendiamo - aggiunge Franci - continuare a essere un centro aggregativo permanente per il mondo delle costruzioni anche con momenti di confronto B2B durante i quali saranno affrontati i temi della sostenibilità energetica, dell’innovazione nel settore dell’edilizia e delle costruzioni”.
Sono infatti più di 100 gli appuntamenti, che prevedono anche l’erogazione dei crediti formativi, suddivisi in quattro momenti: ArchInTrend, Forum Legno Edilizia, The place to build e SerramenTalk.

“Milano e la Lombardia sono da sempre il motore economico del Paese e l’edilizia è un asset strategico da cui dipendono le sorti di molte filiere trasversali - spiega Gianfranco Marinelli, presidente Made Eventi Srl e di Federlegno Arredo Eventi Spa -. I segnali che arrivano dal settore sono incoraggianti, figli anche degli specifici incentivi fiscali messi in campo fino ad oggi dal Governo e prorogati per il prossimo triennio. L’augurio è che anche con la prossima legge di Bilancio la spinta propulsiva giunta da queste misure, possa proseguire e non subire battute d’arresto. Inaugurare oggi una fiera come questa ridefinisce anche il ruolo strategico del nostro territorio per il sistema fieristico nazionale”.

“Il ritorno di Made expo, è un segnale di ritorno alla normalità. Il comparto dell’edilizia è in questo momento un traino straordinario per la crescita del Paese - ha detto Mariastella Gelmini, ministro per gli Affari regionali e autonomie all’inaugurazione della manifestazione -. Abbiamo dimostrato che è possibile incrociare in maniera virtuosa trend nuovi e antichi con appropriate misure di incentivazione: la storica attitudine degli italiani alla proprietà immobiliare; la necessità, amplificata dai lunghi periodi di lockdown, di una maggiore qualità dell’abitare; la ricerca di soluzioni idonee a migliorare l’efficientamento energetico e la sostenibilità ambientale dell’edificato. Di qui il successo dei bonus edilizi e la volontà del governo di continuare a sostenere il settore”.

“Credo che tutti gli operatori presenti in fiera abbiano avuto riscontri più che positivi di questa misura. I bonus non esauriranno l’azione del governo a sostegno dell’edilizia. Con la complessa mole di interventi del Pnrr si attiveranno misure in grado di consolidare la ripresa anche di questo comparto economico. Non ci sono soltanto i 9 miliardi di euro stanziati per la rigenerazione urbana, perché quasi tutte le missioni del Piano impatteranno su progettazione e costruzioni: dalle risorse per il turismo a quelle per la scuola e gli asili nido, dagli interventi per i borghi a quelli per la sanità sul territorio. Pur senza nuovo consumo di suolo, trasformeremo l’Italia in un grande cantiere”, ha concluso il ministro.

Made expo si tiene nelle stesse date di altre due manifestazioni di settore: Sicurezza e Smart Building Expo (entrambe fino al 24 novembre). Un unico biglietto consente di ottimizzare investimenti, tempi di visita e risorse, massimizzare le occasioni di confronto e aggiornamento per progettisti e installatori.

Autore